BPC | San Donato Val di Comino

Filiale | SPOKE

Uno dei borghi più belli d’Italia. Nel cuore della Val di Comino, San Donato è uno dei centri più suggestivi e caratteristici, ricco di storia e di tradizione, con una vivace vita culturale e una straordinaria bellezza architettonica e paesaggistica.

In Piazza Coletti, sorge la filiale della Banca Popolare del Cassinate, attiva dal 1987 e ristrutturata nel 2013. L’Agenzia di San Donato fa parte dell’Area di Sora.

Servizi

ATM Evoluto: interno – h 24

Operatività cassa: Lunedì – Venerdì

Mattina: 8.20 – 13.00

Pomeriggio: Chiuso

Orario servizio di consulenza:

Mattina: 8.20 – 13.00

Pomeriggio: 14.40 – 16.00 su appuntamento

Servizi Accessori

BPC ON

CONTATTI | Filiale

Piazza Carlo Coletti, 15

03046 SAN DONATO VAL DI COMINO (FR)

Telefono: 0776 508673

Mail: sdonatoage@bancapopolaredelcassinate.it

SAN DONATO VAL DI COMINO | La Storia della Città

L’origine di San Donato è da collegarsi alla storia di Cominum, avamposto sannita distrutto nel 293 a.C. dai Romani. Il nome è legato al culto di San Donato, secondo Vescovo di Arezzo e venerato dalla Chiesa come santo martire. Intorno al 304, anno del suo martirio, venne edificato in suo onore un santuario.

Nel 778 il Duca di Spoleto Ildebrando ne fece dono al Monastero di San Vincenzo al Volturno ed è allo stesso periodo che risale il primo documento in cui si registra la presenza del toponimo Sancti Donati in territorio Cumino. Il termine Comino, comunque, era presente anche tra i Longobardi.

Nel 915 ci fu la famosa battaglia del Garigliano, avvenuta a S. Apollinare, in località Giunture, tra la Lega Cristiana e i Saraceni. Dopo quella battaglia, si registrarono diversi fenomeni migratori che, partendo da Itri, si diressero verso il Lazio e l’Abruzzo.

San Donato fu posseduto dalle famiglie D’Aquino, Cantelmo, Cardona e fu fortemente legato all’Abruzzo. Fino all’inizio del XIX secolo ebbe una significativa crescita economica e demografica, arrivando a superare i 5000 abitanti.

Dopo l’Unità d’Italia, si registrò il fenomeno del brigantaggio. Nel 1915 il paese subì pesantemente le ripercussioni del terremoto di Avezzano e iniziò a spopolarsi. Nel 1927 il regime fascista creò la Provincia di Frosinone e vi inserì anche San Donato che, tuttavia, non ritornò più ai livelli di sviluppo di un tempo.

Nel 1984 un altro grave terremoto, con epicentro proprio a San Donato, danneggiò pesantemente la città.

Alla fine del XX secolo, grazie anche a importanti progetti di valorizzazione culturale, si è registrato un rilancio anche economico dell’abitato.

Impstazioni e preferenze per la privacy

Necessari

Utilizziamo le mappe di Google per offrirti un servizio essenziale per farti conoscere la posizione delle nostre filiali, sedi, ATM, e scoprire come raggiungere ogni punto di interesse.

Utilizziamo Youtube per mostrarti video e filmati inclusi nelle pagine del nostro sito web

Google Maps, Youtube
Maps
Youtube

Analytics

Google Analytics è lo strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Questo servizio potrebbe utilizzare un insieme di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche sull'utilizzo dei siti web senza fornire informazioni personali sui singoli visitatori a Google. Il cookie principale utilizzato da Google Analytics è "_ga".

Google Analytics, oltre a fornire le statistiche di utilizzo del sito web, può essere anche usato insieme ad alcuni dei cookies pubblicitari sopra descritti al fine di mostrare inserzioni più pertinenti su altri prodotti di di Google (come Google Search) ma in generale su tutto il web, e di misurare le interazioni con gli annunci che vengono mostrati.

Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo

Google Analitycs
_utma, _utmb, _utmc, _utmt, _utmz

Altri

Utilizziamo i cookie di Facebook, Twitter e Google+ per permetterti di condividere i contenuti del nostro sito web sui tuoi social network

Social sharing
Facebook
Twitter
Youtube