SUPERBONUS 110%

SUPERBONUS 110%

Il Decreto “Rilancio” ha introdotto una nuova agevolazione – denominata “Superbonus” – che eleva al 110% l'aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 30 giugno 2022, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. Ulteriori sei mesi di tempo (31 dicembre 2022) per le spese sostenute per lavori condominiali o realizzati sulle parti comuni di edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche se, al 30 giugno 2022, è stato realizzato almeno il 60% dell’intervento complessivo.

Questo provvedimento si aggiunge alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico e di riqualificazione energetica degli edifici.

I beneficiari

Possono usufruire del superbonus:

  • condomini
  • persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono o detengono l'immobile oggetto dell'intervento
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) o altri istituti che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing"
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Onlus e associazioni di volontariato
  • associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.

QUALI INTERVENTI POSSONO USUFRUIRE DELL'AGEVOLAZIONE

Interventi principali o trainanti

Il Superbonus spetta in caso di:

  • interventi di isolamento termico sugli involucri
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti
  • interventi antisismici: la detrazione già prevista dal Sismabonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Interventi aggiuntivi

Gli interventi sopra elencati (i cosiddetti interventi “trainanti”) possono permettere l'estensione del superbonus anche alle spese per altri tipi di interventi eseguiti insieme agli interventi principali, come, ad esempio:

  • interventi di efficientamento energetico
  • installazione di impianti solari fotovoltaici
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici

Il diritto a beneficiare dell’innalzamento al 110% del bonus anche per gli interventi aggiuntivi richiesti in abbinamento ad almeno una delle quattro iniziative principali (cosiddette “trainanti”) verrà meno nel caso in cui l’intervento principale (trainante) non vada a buon fine.

I vantaggi

I cittadini possono usufruire dell’agevolazione fiscale in tre modalità:

  • recuperare il credito d’imposta detraendolo dalle tasse;
  • ottenere lo sconto in fattura: il cittadino può cedere all’imprese che effettua i lavori il credito d’imposta maturato, ottenendo uno sconto in fattura (nei limiti di spesa previsti dalla normativa). L’impresa può a sua volta cedere il credito a soggetti terzi, ottenendo liquidità in un’unica soluzione;
  • cedere a soggetti terzi il credito d’imposta corrispondente alla detrazione spettante e ottenere liquidità in un’unica soluzione.

LE INIZIATIVE DELLA BPC

La Banca Popolare del Cassinate ha messo  a punto una serie di iniziative per sostenere chi ha in programma interventi di ristrutturazione e per supportare famiglie, condomini e aziende specializzate.

Prestiti e finanziamenti

  • Per i privati la BPC mette a disposizione un’ampia gamma di prodotti di finanziamento e mutui per garantire il supporto finanziario a tutti coloro che intendono realizzare gli interventi di riqualificazione che beneficiano delle agevolazioni previste dal Decreto Rilancio.
  • Per le imprese, la BPC propone soluzioni che consentano di finanziare le spese di liquidità necessarie alla gestione degli stati di avanzamento necessari per l'effettuazione dei lavori.

Come effettuare la cessione del credito a BPC

La Banca Popolare del Cassinate mette a disposizione di privati e imprese un plafond per l’acquisto di crediti fiscali maturati dalla clientela per il “Superbonus”, secondo quanto previsto dal Decreto Rilancio e dai provvedimenti attuativi, consentendo a coloro che fruiscono del superbonus di ottenere liquidità in un’unica soluzione. 

Il credito di imposta risultante dal cassetto fiscale del cliente verrà acquistato ad un prezzo pari al 90,91% del suo valore (100/110).

Il cliente che intende acquisire formalmente la disponibilità della Banca ad acquistare il credito fiscale una volta che sarà maturato, può effettuare la prenotazione rivolgendosi alla propria filiale di riferimento.

Per clienti che richiedono un supporto sotto il profilo tecnico-amministrativo, la Banca mette a disposizione (senza alcun tipo di obbligo o vincolo) una piattaforma informatica creata da ERNST & YOUNG, società leader a livello internazionale nel campo della consulenza direzionale.

Per maggiori informazioni contatta la tua filiale di riferimento.

 

Foglio Informativo

Superbonus 110 - Credito d'imposta

TitoloDimensioneScarica
Cessione credito d'imposta - Superbonus 110 450.73 KB ScaricaAnteprima

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per maggiori informazioni, far riferimento ai fogli informativi disponibili nella sezione Trasparenza di questo sito e in tutte le filiali della Banca Popolare del Cassinate. L’attivazione dei prodotti/servizi presentati è soggetta alla valutazione della Banca.

Le informazioni contenute in questa pagina sono redatte sulla base del testo approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 17/7/2020 con Legge N. 77/2020 e dei provvedimenti attuativi diffusi dall’Agenzia delle Entrate e dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Eventuali ulteriori provvedimenti normativi o ulteriori chiarimenti emanati dall’Agenzia delle Entrate e dal Ministero dello Sviluppo Economico potrebbero comportare modifiche alle informazioni sopra riportate.

I servizi di consulenza prestati dal partner convenzionato E&Y sono facoltativi e non vincolanti rispetto all’eventuale operazione di cessione del credito fiscale e vengono forniti direttamente dalla predetta società senza il coinvolgimento di Banca Popolare del
Cassinate, che è esclusa da qualsiasi responsabilità.